Grazie! ovviamente rebloggato.

Advertisements

Grazie! ovviamente rebloggato.

December 31, 2010

zalesthebard:

sento frugare nello sgabuzzino

seguito dal rumore familiare di qualcosa di cartaceo che striscia

vado in cucina

cagliostro ha sistemato con cura un sacchetto di carta di fronte alla stufa

poi ci si è tuffato dentro

poi lo ha rotto

poi mi sono deciso a fare una foto…

December 31, 2010

Strano, io ho sempre pensato che fra spalare spazzatura e uccidere degli altri esseri umani in guerra il lavoro più sporco fosse il secondo.

Gentilini, la guerra e l’igiene del mondo « Il nuovo mondo di Galatea

December 31, 2010

A luglio saranno sette anni che conduco questa baracca e, come nel proverbiale detto cinese, ho visto parecchi cadaveri (di blog) passare nel fiume. Per ora resisto, con meno assiduità di un tempo, ma resisto.

cadavrexquis: Sarò autarchico e autoreferenziale

December 31, 2010

nessuno comprende che alcune persone consumano un’enorme quantità di energia per essere normali.

albert camus (via thistumblrwillsaveyourlife)

December 31, 2010

Il numero di parole conosciute e usate è direttamente proporzionale al grado di sviluppo della democrazia e dell’uguaglianza delle possibilità. Poche parole e poche idee, poche possibilità e poca democrazia; più sono le parole che si conoscono, più ricca è la discussione politica e, con essa, la vita democratica.

– Gustavo Zagrebelsky.

(via runninglateagain)

December 31, 2010

Il numero di parole conosciute e usate è direttamente proporzionale al grado di sviluppo della democrazia e dell’uguaglianza delle possibilità. Poche parole e poche idee, poche possibilità e poca democrazia; più sono le parole che si conoscono, più ricca è la discussione politica e, con essa, la vita democratica.

– Gustavo Zagrebelsky.

(via runninglateagain)

December 31, 2010

scarligamerluss:

PROCRASTINATE 2011

December 31, 2010

Si sta come d’autunno, sui balconi le cyclette.

Bilancio 2010 in ordine sparso | Welcome to the JUNgle (via plettrude)